chiudi

Situazione di allerta sanitaria: comunicazione all’utenza

Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.
Chiudi

RIMUOVI

La Camera

30 marzo 2020


Menu di navigazione rapido


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]

Contenuto Principale della pagina

La Camera

ingresso Camera di Commercio di Como

Cos'è
La Camera di Commercio di Como (per esteso: Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura) è un ente autonomo di diritto pubblico che, ai sensi della legge 580 del 1993 svolge funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese.

Il quadro normativo
Con la riforma del 1993 le Camere hanno acquisito autonomia rispetto al Governo centrale (con l'attribuzione della potestà statutaria e la corrispondente autonomia finanziaria), il riconoscimento del ruolo svolto da sempre nell'assicurare la pubblicità delle imprese, e un legame più forte - fino alla possibilità dell'elezione diretta degli organi rappresentativi - con le categorie economiche.
Il decreto legislativo n. 112/1998 ha introdotto inoltre per le Camere di Commercio la qualifica ulteriore di Autonomie Funzionali, distinguendole così dalle Autonomie Locali in virtù della loro specifica missione economica.

La "missione" camerale
La missione della Camera di Commercio è la promozione economica, lo sviluppo del sistema delle imprese e dell'economia locale, attraverso una sintesi che concilia le esigenze di tutti i settori, rappresentati nei propri Organi (Consiglio Camerale e Giunta).
Per raggiungere questi obiettivi la Camera di Commercio può realizzare e gestire direttamente strutture e infrastrutture, sia a livello locale che nazionale, partecipare a enti, associazioni, consorzi o società e costituire aziende speciali per gestire servizi specifici.
Ogni Camera tiene il proprio Registro delle Imprese, che ha sostituito il Registro delle Ditte (esistente presso i Tribunali prima della riforma del 1993) e rende unica la funzione di anagrafe delle imprese, precedentemente condivisa dalle stesse Camere con le Cancellerie dei Tribunali.
Le Camere di Commercio forniscono la documentazione completa di qualsiasi impresa operante sul territorio italiano.
La legge di riforma ha consentito anche la crescita delle funzioni di promozione e di regolazione del mercato svolte tradizionalmente dalle Camere di Commercio, fra le quali la funzione di composizione delle controversie, che si distingue in un'attività di conciliazione e in una di arbitrato.




[ inizio pagina ]

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!